CENTRO PRENOTAZIONI: Tel. 091 7470153 | Mobile: 338 240 30 14 | Contattaci con Whatsapp Contattaci con Whatsapp

Il Blog di Hospitality Hotel Palermo

News, Eventi e molto altro...

Blog
Venerdì, 20 Aprile 2018 23:56

La Cappella Palatina: un mosaico di culture

la_cappella_palatina_cristo_pantocratore Un pizzico di bizantino, una spolverata di normanno ed una manciata di borbonico.

Questi sono solo una parte degli ingredienti principali per la realizzazione di uno dei  monumenti del Patrimonio dell'umanità (UNESCO), facente parte dell'Itinerario Arabo  Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale: la Cappella Palatina!

 

 

 

 

Storia

La costruzione della Cappella Palatina, che significa "cappella del palazzo", risalirebbe all'anno di incoronazione di re Ruggero II di Sicilia, cioè al 1130. Sorta come oratorio privato del re dentro il palazzo reale, oggi Palazzo dei Normanni, la cappella era un tempo isolata e pertanto se ne potevano vedere le cortine murarie esterne. Attualmente la cappella è completamente avvolta dalle strutture del palazzo. Essa sorge in un momento di grande creatività, in cui operarono insieme artisti di origine e sensibilità diverse ed il risultato fu un capolavoro all'interno del quale è riconoscibile la politica di tolleranza adottata da Ruggero II. Il re ci mostra come qui si incontrarono la cultura orientale e quella occidentale ma non solo, poichè, osservando attentamente il pavimento, è possibile vedere dei mosaici, costituiti da pietre preziose, tipico della cultura araba.

 

palazzo_dei_normanni
Il Palazzo dei Normanni.

 

I mosaici ed il Cristo Pantocratore

I suoi interni costituiscono uno dei più alti esempi di integrazione fra architettura e arti figurative. La ricchezza dei decori è impressionante, in particolare quella dei mosaici bizantini, considerati tra i più importanti in terra siciliana, che rivestono tutte le pareti in alto delle navate. Le pareti, gli archi, gli intradossi, la cupola, il presbiterio sono ricoperti da mosaici che mostrano la Genesi, le vite di Cristo e degli Apostoli Pietro e Paolo, santi, angeli e profeti, in un trionfo di luce che nasce da milioni di tessere dorate. Su tutti spicca il Cristo Pantocratore benedicente, all’interno della cupola. Il soffitto in legno della navata centrale, inoltre, è decorato con intagli e dipinti di stile arabo (muqarnas). In ogni spicchio sono presenti stelle lignee con rappresentazioni di animali, danzatori e scene di vita della corte islamica e del paradiso coranico.

 

la_cappella_palatina_cristo_pantocratore_bis
Il Cristo Pantocratore situato nella navata principale.

 

Curiosità

Le iscrizioni che troviamo sulle pareti sono sia in latino che in greco, questo testimonia il fatto che, in questa piccola cappella al tempo di Ruggero II, le due componenti religiose si controbilanciavano e che le celebrazioni venissero officiate in greco e in latino.

 

banner_teatro

 

Contatti

É possibile conoscere gli orari di visita e costo del biglietto tramite il sito ufficiale della Cappella Palatina, o nella sezione dedicata al turismo sul sito del comune di Palermo. Degna di nota è la possibilità di fare un tour virtuale della cappella, comodamente seduti, ma vi esorto a non perdere l'occasione e visitarla fisicamente poichè ne resterete affascinati.

 

la_cappella_palatina_muqarnas
Esempio di muqarnas all'interno della Cappella Palatina.

 

La più bella chiesa del mondo, il più sorprendente gioiello religioso sognato dal pensiero umano.
[cit. Guy de Maupassant, 1885, durante la sua visita a Palermo]
Pubblicato in Blog (IT)
Domenica, 08 Aprile 2018 18:03

ZTL di Palermo ... Dove, come, quando?

Da ormai più di un anno a Palermo è in vigore la tanto temuta ZTL (Zona a Traffico Limitato). La definisco “temuta” perché, come tutte le cose poco chiare e scarsamente conosciute, desta preoccupazioni ed ansie, spesso ingiustificate; e se proseguirete in questa lettura capirete perché.

Ovviamente eviteremo di trattare le mille casistiche che interessano principalmente i residenti e i frequentatori assidui del centro storico. Ci concentreremo invece sulle informazioni utili a chi non conosce bene la città o chi ci si reca per la prima volta, per motivi di lavoro o turistici.

 

Che cosa è la ZTL?

È una zona del centro cittadino all'interno della quale l'accesso è inibito in alcuni giorni della settimana ed in alcune fasce orarie di quei giorni. La zona interdetta ricalca quasi esattamente il perimetro del centro storico. Per chi non conoscesse bene Palermo stiamo parlando del quadrilatero compreso tra il mare (zona del Foro Italico) e il palazzo dei Normanni, e tra la stazione centrale e il teatro Massimo. La mappa che segue vi aiuterà senz'altro a focalizzare la zona interessata dalla ZTL.

 

 

Quando si entra e quando no?

Per farla breve dirò che le interdizioni riguardano i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 20:00. In tutti gli altri orari dei giorni menzionati e nei giorni di sabato, domenica e di tutti i festivi, è possibile circolare all'interno della ZTL senza alcuna limitazione.

 

Chi non può entrare nella ZTL?

Anche qui va fatta chiarezza, poiché la limitazione riguarda soltanto autovetture e autocarri e non riguarda motocicli, biciclette, carrozze e ovviamente i pedoni.

 

Cosa devo fare se voglio entrare nella ZTL con la mia macchina?

Se sono un turista o se più in generale non sono un residente, posso certamente decidere di entrare con la mia autovettura all'interno del perimetro della ZTL, durante i giorni e le ore interdette, chiedendo un PASS giornaliero a pagamento. L'unico requisito che la mia auto deve rispettare è quello di avere una classe di omologazione minima di EURO3.

 

banner_teatro

 

Chi rilascia il pass giornaliero?

Il pass giornaliero cartaceo può essere acquistato presso alcuni sportelli o punti vendita Amat, ma il modo più comodo è senz'altro quello di andare sul sito del comune ed acquistarlo on-line in pochi click. Ricordate però che non basta acquistare il pass per risultare invisibili a tutti i controlli operati dalla video-sorveglianza attiva; è necessario attivarlo prima di accedervi, attraverso l'apposita app: “ZTL PALERMO”, anche qui con pochi click. Oppure per chi odia la tecnologia sarà possibile attivare il pass tramite un sms, inviando un messaggio di testo al numero 339.9942927, scrivendo “ZTL (spazio) numero di targa (spazio) codice segreto univoco”. Quest'ultimo è riportato sui pass stampati dal web oppure è possibile grattarlo nei pass cartacei acquistati nei punti vendita.

 

Fatta questa breve carrellata di informazioni utili principalmente a voi turisti, mi spingo oltre segnalandovi il link ufficiale del comune di Palermo, in cui vengono spulciate le mille casistiche che investono soprattutto i residenti e i gestori di attività commerciali come, ad esempio, gli Hotel.

Fortunatamente il nostro Hospitality Hotel*** non rientra in nessuna di queste casistiche dal momento che si trova appena fuori dalla ZTL. Pertanto, i nostri clienti che vorranno arrivare in auto, potranno farlo comodamente senza doversi preoccupare delle limitazioni alla circolazione e, una volta parcheggiata l'auto, potranno comodamente e in pochi minuti proseguire a piedi per le vie del centro storico.

 

Si ringrazia Massimo Immordino per il suo prezioso contributo.

Pubblicato in Blog (IT)

DOVE SIAMO

Via Salvatore Morso, 41
90127 Palermo
Sicily

CONTATTI

Tel.: +39 091 7470153
Tel.: +39 091 7470154
Fax: +39 091 7480152
Email: info@hospitalityhotelpalermo.it

NEWSLETTER

Raccomandato Da
Hospitality Hotel ***